foto Depositphotos

Una cosa a dir poco assurda quella accaduta ieri. Un attacco hacker ha violato alle ore 10 di di ieri mattina il servizio di prenotazioni dei vaccini nella regione Lazio, di fatto sospendendo la campagna vaccinale. “Le operazioni relative alla vaccinazioni - si spiega nella nota inviata dalla Regione - potranno subire dei rallentamenti. Ci scusiamo per il disagio indipendente dalla nostra volontà”. L’azione davvero deplorevole dei pirati informatici ha scatenato l’ira del governatore del Lazio Nicola Zingaretti: “Un fatto gravissimo, blocca un servizio fondamentale. Ci scusiamo con i cittadini per gli inevitabili disservizi. Abbiamo segnalato alle autorità l’attacco e ringrazio tutti i dipendenti che sono al lavoro per difendere la centrale e per tornare alla normalità”. “L'attacco hacker al sistema di prenotazione dei vaccini in Lazio èun gesto gravissimo e di totale irresponsabilità, significa giocare con la vita delle persone”, la presa di posizione di Forza Italia tramite la vicepresidente del gruppo al Senato Licia Ronzulli.