Prove tecniche di ricompattamento a destra. Ieri la presidente di FdI Giorgia Meloni ha incontrato il leader di FI Silvio Berlusconi. Il “faccia a faccia”, hanno spiegato fonti di Fratelli d’Italia, è servito, in primo luogo, a recuperare il rapporto tra i due, dopo le tensioni dei giorni scorsi.

Durante il colloquio, la parlamentare romana ha voluto verificare la “tenuta” ed il futuro dell’alleanza e che ruolo il Cavaliere intende svolgere. “Io non voglio stare in una coalizione in cui devo guardare agli alleati come se fossero avversari”, ha detto la presidente di FdI sollecitando maggiore compattezza.

“Il centrodestra – ha detto ancora la Meloni – deve essere unito sull’indicazione di un nome che non sia ostile o estraneo alla coalizione” e, “qualora emergesse quello di Berlusconi, per FdI non vi sarebbero problemi”. Poi, sul progetto di federazione, Meloni avrebbe ribadito che per Fratelli d’Italia non ha senso parlarne finché il centrodestra è diviso tra opposizione e sostegno al governo.