Roberto Mancini, ct dell'Italia (foto depositphotos)

Lo sport azzurro ha vissuto un'estate da sogno: da giugno a settembre gli azzurri hanno trasformato in vittorie quasi tutte le competizioni a cui hanno partecipato, spesso trionfando contro i padroni di casa.

Prima gioia: gli Europei di calcio. La Nazionale del ct Roberto Mancini non parte coi favori del pronostico ma con un gioco entusiasmante arriva fino in finale, dove affronta e batte l'Inghilterra a Wembley. Tra luglio e agosto gli italiani assistono all'Olimpiade più vincente di sempre: arrivano 40 medaglie, di cui 10 ori. Le soddisfazioni più belle arrivano dall'atletica, dove l'Italia diventa regina della velocità nei 100 metri con Marcell Jacobs e nella staffetta 4x100. A settembre la pallavolo si riscatta dalla delusione olimpica e arriva un doppio titolo europeo: gli uomini vincono battendo la Slovenia, le azzurre vincono addirittura in casa della Serbia campione del mondo in carica. Anche Filippo Ganna nel ciclismo vince in casa degli avversari: che a Bruges precede due belgi sul podio della prova mondiale a cronometro.