di ROBERTO ZANNI
Si chiama Pod Pro ed è un materasso. Ma detto così non rende davvero l’idea di cosa c’è dietro. Pod Pro infatti oltre a essere un materasso che arriva a costare 2.795 dollari, ma con 100 notti di prova (se non ti va bene lo dai indietro), rappresenta il frutto di uno studio lunghissimo che sta dando i suoi frutti. Partiamo dall’azienda che lo produce: si chiama Eight Sleep, già il nome deriva dalle canoniche otto ore di sonno, e da un paio di anni ha spostato la sede da New York a Miami.
Americana? Nemmeno per sogno: Eight Sleep è italianissima, fondata da Matteo Franceschetti, il Ceo, la moglie Alexandra Zatarain e Massimo Andreasi Bassi. L’anno scorso ha fatturato 150 milioni di dollari e a quanto pare siamo solo all’inizio. Infatti da qualche settimana Eight Sleep ha ricevuto 86 milioni di dollari dalla Valor Equity Partner per lo sviluppo ulteriore del materasso che, lo racconta il brevetto, grazie alla intelligenza artificiale è in grado di mantenere la temperatura corporea ideale e monitorare ogni movimento corporeo. Un controllo mentre si dorme per rendere il sonno come davvero dovrebbe essere.
L’aspetto ulteriormente interessante dell’operazione finanziaria che ha portato cash in casa Eight Sleep riguarda il fondatore della Valor Equity Partner: si chiama Antonio Gracias è un investitore tecnologico, uno degli emergenti, che fa parte dei consigli di amministrazioni della Tesla, ma anche di SpaceX entrambe fondate da Elon Musk che dall’auto elettrica è passato alle avventure spaziali come dimostra l’ultimo successo, ha portato nello spazio quattro turisti. E avere Gracias tra i finanziatori (e ora anche nel cda) è una garanzia di successo. “Vogliamo sviluppare una nuova tecnologia per il miglioramento del sonno e la scansione del corpo – ha dichiarato Franceschetti – e per farlo avremo bisogno di molte assunzioni”.
Attualmente Eight Sleep ha circa una cinquantina di dipendenti, ma presto il team di Miami (ma anche quello remoto) diventeranno ancora più grandi. Nata nel 2014 l’azienda del sonno ha fatto parte dell’onda tech che si è trasferita nel South Florida nel 2020. Dalla sua nascita alla presentazione del Pod Pro (avvenuta nel 2019) l’azienda ha ricevuto 160 milioni di dollari di investimenti per lo sviluppo prima e la distribuzione poi del futuristico materasso. Eight Sleep garantisce infatti che i propri prodotti aiutano ad addormentarsi più rapidamente di tutti gli altri del 40%, hanno sperimentato il 30% in meno di movimenti nel letto alla ricerca della giusta posizione aumentando poi il sonno profondo del 20%.
Una tecnologia che aiuta a ottenere un migliore riposo in meno tempo: infatti secondo Eight Sleep se una persona riesce a migliorare l’efficienza del proprio sonno del 25%, ecco che non c’è bisogno di rimanere a dormire più di otto ore. Una rivoluzione, o una scoperta, che ha subito attirato l’attenzione del mondo dello sport. Così tra gli investitori ci sono nomi celebri del baseball professionistico della MLB: da Kris Bryant, terza base dei San Francisco Giants a J.D. Martinez esterno e battitore dei Boston Red Sox senza dimenticare un ex famosissimo, Alex Rodriguez che fino a poco tempo fa si accompagnava a Jennifer Lopez… Ma con loro ci sono almeno altri cento atleti di diverse discipline sportive che hanno puntato sul materasso italiano, per dormire bene ovviamente, ma anche per guadagnarci.
Non molto tempo fa poi l’azienda del Ceo Matteo Franceschetti ha creato una partnership con i Sacramento Kings, basket NBA, per fornire il Pod Pro a tutta la squadra. Ma siamo solo all’inizio perchè il settore della tecnologia del sonno (che fa parte dell’enorme mercato mondiale del benessere valutato in 1,5 trilioni di dollari) secondo gli esperti è appena nato e ha margini di crescita inimmaginabili. “L’opportunità è illimitata – così ha spiegato il suo investimento Antonio Gracias – perchè passiamo fino a un terzo della nostra vita dormendo. E la prima volta che sono stato sul Pod, sapevo che dovevamo esserne coinvolti”.