(depositphotos).

Il bilancio è ancora provvisorio ma scuote gli animi la notizia dell'attentato terroristico avvenuto oggi in una moschea sciita di Kunduz, in Afghanistan, dove un uomo si sarebbe fatto esplodere provocando almeno 60 vittime e oltre 100 feriti tra i fedeli. Il suicida - come riportato da Dost Mohammad Obaida, vice capo della polizia della provincia - potrebbe essersi mescolato tra la folla, per poi farsi saltare in aria.

L’azione è stata rivendicata dai miliziani dell'Isis, non nuovi ad azioni brutali verso minoranze etniche e religiose nel Paese.