Fabio Porta

Egregio Direttore,

Il Circolo PD di Vitoria /ES in Brasile ha appreso, con grande imbarazzo, la notizia della decisione della Giunta del Senato di non accogliere il ricorso presentato dal nostro Segretario Fabio Porta.

Non abbiamo gli elementi sufficienti per decodificare che cosa abbia portato a questo voto inaccettabile, ma vogliamo, abbiamo il dovere di esprimere il nostro profondo disagio.

Con gli altri amici e compagni del PD in Brasile abbiamo scambiato prime opinioni a caldo e abbiamo registrato tra tutti un misto di sentimenti di indignazione e frustrazione.

Indignazione perché non riusciamo a capire come si possa sacrificare, in nome forse di accordi politici occulti, una decisione che doveva tener conto delle prove raccolte e dare semplicemente corso alla giustizia.

Frustrazione perché questa decisione segnala, pericolosamente, la sottovalutazione della volontà degli elettori. Con questa decisione, la Giunta da il segnale che ogni illecito è possibile e aggiungiamo, dal nostro punto di vista, soprattutto se è consumato all’estero.

Anche se indignati e frustrati, non ci sentiamo sconfitti. Prendiamo questo inatteso ostacolo come un’ulteriore difficoltà sul nostro cammino che proseguiamo con forza, determinazione e fiducia. 

È con questi sentimenti che richiamiamo l’attenzione del Segretario Enrico Letta, della Segreteria Nazionale del PD e dei nostri rappresentanti in Senato, perché si adoperino per invertire, in plenaria, con ogni mezzo legale, la decisione della Giunta e per ristabilire la dignità, la credibilità e il rispetto della giustizia a partire dalle decisioni delle nostre più alte Istituzioni.

Brasile – Vitoria/ES