Nilda Comas

 

 

Un viaggio straordinario, cominciato a Pietrasanta, che merita di essere seguito in ogni sua tappa. La scultrice Nilda Comas, nativa di Portorico, ha scelto da anni l’Italia e la Toscana per creare le sue opere. L’ultima ha un significato molto particolare: la statua dedicata a Mary McLeod Bethune, educatrice e attivista per i diritti civili che addirittura nel 1904 fondò a Daytona Beach una scuola per ragazze di colore che poi si trasformò nella Bethune-Cookman University. Ma Mrs. Bethune divenne poi anche una fedele amica di Eleanor e Franklin Roosevelt per poi trasformarsi in una stretta consigliera del Presidente degli Stati Uniti. A Pietrasanta Nilda Comas ha concepito la sua opera, nella città toscana la statua è stata ufficialmente presentata al pubblico prima di prendere il volo per gli Stati Uniti. Il monumento, che rappresenta una sorridente Bethune con in mano una rosa nera, attualmente è in mostra al Daytona State College di Daytona Beach, ci resterà fino al 12 dicembre prima di intraprendere l’ultima tappa del suo viaggio che la porterà a Washington D.C. E a Capitol City la statua rimpiazzerà quella di un generale dei Confederati, Edmund Kirby Smith, che dal 1922 ha rappresentato la Florida per essere poi rimossa lo scorso 4 settembre. Dall’inizio del prossimo anno l’onore spetterà appunto a Mary McLeod Bethune. “Tutto quello che la Bethune incarna è importante per la Florida – ha dichiarato Kathy Castor, congressista Democratica che era presente anche all’inaugurazione della statua in Italia a Pietrasanta – uguaglianza, diritti civili, istruzione. Un oscuro generale dei Confederati non era un buon rappresentante del nostro stato, così bello, diverso e dinamico”. La richiesta di rimuovere la statua di Smith e sostituirla con un altro personaggio legato alla Florida era nata nel 2015 in seguito al massacro avvenuto nella chiesa di Charleston nel South Carolina.