(foto depositphotos)

La paura, ora come ora, è davvero tanta. La quarta ondata è oramai entrata ufficialmente non solo in Europa, ma anche in Italia. L’aumento dei contagi da Coronavirus è sotto gli occhi di tutti e, come risaputo, solamente con la vaccinazione e il rispetto delle misure sanitarie (distanziamento e mascherine in primis) possono cercare di fermare la pandemia. Ma adesso, a un mese dal Natale, il timore che c’è all’interno del BelPaese è che ben presto le varie Regioni possano cambiare colore e dunque fermare nuovamente l’economia. Cosa fare, dunque? Ieri il presidente della Conferenza delle Regioni, nonché governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga, ha proposto al governo di non punire tutti allo stesso modo in caso di chiusure. Insomma, di avere un occhio di riguardo per tutti coloro che hanno rispettato le disposizioni dell’esecutivo, in primis sulla campagna vaccinale. “Chiederemo al governo - le sue parole nel corso di un intervento all’interno della trasmissione ‘In Mezz'ora in più’ su Rai 3 - di scegliere misure adeguate che possano comunque favorire le vaccinazioni, garantendo in questo modo la possibilità di superare le restrizioni per gli immunizzati e per chi ha superato la malattia. Anche per dare certezze a ristoratori e albergatori e per convincere gli indecisi”. Fedriga non vuole però sentir parlare di discriminazioni: “Non stiamo parlando di escludere qualcuno, ma a chi ha minor propensione di rischio di ospedalizzazione, si deve dare la possibilità di poter fare qualcosa in più”. In caso contrario, secondo il presidente, non rimane che un’alternativa terribile: “Altrimenti chiudiamo tutti. Non si parla di misure per chiudere qualcuno, ma di aprire un po' di più qualcun altro”. Secondo Fedriga, inoltre, una decisione del governo verso una minore restrizione per chi si è regolarmente vaccinato potrebbe convincere anche gli ultimi indecisi a partecipare alla campagna di immunizzazione e dunque “dare certezze agli albergatori, ristoratori, negozianti e alle imprese alle quali non possiamo di dire 'vediamo in che zona sarete e se terrete aperto o no’. Come faranno a prendere personale per la stagione turistica invernale che si sta aprendo?".