Il palazzo del Quirinale (foto depositphotos)

Conto alla rovescia per l’inizio delle operazioni elettorali che, a partire da domani, dovranno portare alla nomina del prossimo Presidente della Repubblica. Alla vigilia del primo voto, oggi tocca nuovamente al centrosinistra riunirsi nel tentativo di trovare una strategia comune.

VERTICE DEL CENTROSINISTRA ALLA CAMERA
Questa mattina, nella sala Berlinguer di Montecitorio, si sono ritrovati Enrico Letta (Pd), Giuseppe Conte (M5S) e Roberto Speranza (Leu) con i rispettivi capigruppo di Camera e Senato (Debora Serracchiani e Simona Malpezzi per i dem, Davide Crippa e Mariolina Castellone per i pentastellati, Federico Fornaro e Loredana De Petris per Leu). E’ probabile che, subito dopo, Letta possa incontrarsi anche con Matteo Renzi (Italia dei Valori).

NEL POMERIGGIO IL VERTICE CON LEGA E FDI
Poi, a ruota, “non appena possibile”, probabilmente nel pomeriggio, Letta potrebbe vedere anche Matteo Salvini (Lega) e Giorgia Meloni (FdI). Magari incastrando questo nuovo incontro subito dopo quello che sempre oggi, a Roma Salvini avrà con i capigruppo del Carroccio Riccardo Molinari e Massimiliano Romeo e successivamente i governatori e i delegati regionali del partito di via Bellerio.

ANDREA RICCARDI CANDIDATO DI BANDIERA?
Sul tavolo, al momento, il nome più gettonato dei partiti del centrosinistra sembra essere quello di Andrea Riccardi, fondatore di Sant’Egidio: potrebbe essere lui il candidato di bandiera di Pd, LeU e M5S nelle prime votazioni.