(foto depositphotos)

Per il prossimo 25 marzo Fridays for Future ha proclamato lo “Sciopero Globale per il Clima”, momento culminante di una serie di manifestazioni per chiedere che vengano garantiti risarcimenti climatici dal Nord del pianeta al resto del mondo.

L’iniziativa avrà carattere mondiale e il movimento si sta preparando a fondo per coordinare tutti gli eventi. Secondo Fridays for Future i risarcimenti dai paesi “ricchi” dovrebbero consistere in finanziamenti a fondo perduto per le comunità indigene.

Tra le richieste formulate dagli attivisti anche la restituzione delle terre alle popolazioni locali e una sorta di indennizzo per le perdite e i danni provocati dai cambiamenti climatici causati dalla parte ricca del pianeta.