Depositphotos

Il Comitato per i medicinali per uso umano (CHMP) dell’Ema ha raccomandato di concedere un’autorizzazione all’immissione in commercio condizionata per il medicinale antivirale orale Paxlovid (Pfizer) per il trattamento del Covid-19. Contiene due principi attivi, PF-07321332 e ritonavir, in due compresse diverse. Il primo agisce riducendo la capacità del virus SARS-CoV-2 di moltiplicarsi nell’organismo mentre il secondo prolunga l’azione del primo consentendogli di rimanere più a lungo nell’organismo.

“Paxlovid ha il potenziale per fare davvero la differenza per le persone ad alto rischio di progressione verso il Covid grave”, ha commentato il commissario Ue alla Salute, Stella Kyriakides. In particolare, il comitato dell’Ema ha raccomandato di autorizzare Paxlovid per il trattamento del Covid-19 “negli adulti che non necessitano di ossigeno supplementare e che corrono un maggiore rischio di malattia grave. Con l’autorizzazione di Paxlovid questa settimana sono 6 i farmaci contro il Covid-19 autorizzati nell’ambito della strategia terapeutica Ue e altri arriveranno nelle prossime settimane”.