Dopo la sortita a Hong Kong nel 2019, ecco Chicago. La tradizione della bottega ch’è sinonimo di eccellenza e qualità sposa l’innovazione per essere al passo coi tempi: l’Artigiano del Guanto della famiglia Ricciardiello vola negli States per mettere in vetrina la sua arte che si tramanda di generazione in generazione.

Da Chiaiano, periferia Nord di Napoli, alla città dell’Illinois per partecipare alla Chicago Collective 2022, tra le fiere più rinomate del settore. Dal 6 all’8 febbraio i guanti made in Naples, già apprezzati dalle firme più prestigiose dell’alta moda tricolore, hanno incantato gli americani.

Francesco, Flora e Mimmo, fratelli guantai uniti dalla passione ereditata da papà Giovanni, che è venuto a mancare di recente dopo aver insegnato loro tutti i segreti del mestiere, portano avanti con impegno, sacrificio e amore l’azienda di famiglia. Sempre fieri delle proprie origini come testimonia la nuova collezione 2021-22 Belonging e con la voglia di esportare il proprio nome in ogni angolo del globo. “Portare il Made in Italy e la nostra tradizione napoletana negli Usa è stata un’emozione indescrivibile” hanno commentato su Facebook i fratelli Ricciardiello attraverso il profilo Facebook dell’Artigiano del guanto.

Domenico Esposito

SCATTI DA CHICAGO:

Francesco Ricciardiello