Domani, alle 20,45 si giocherà quella che possiamo definire la semifinale dei playoff Mondiali Italia-Macedonia. Dall’altra parte del tabellone, per così dire, Portogallo-Turchia. Chi vincerà le due semifinali si giocherà il Mondiale in una partita secca martedì 29 marzo.  “Il nostro obiettivo è andare lì e vincere. E per riuscirci dobbiamo innanzitutto fare nostre queste due partite, bisogna essere concentrati solo su questo, altri discorsi non servono”.

Roberto Mancini appare fiducioso e ottimista nonostante la situazione sia estremamente delicata. “I gufi ci sono sempre stati e sempre ci saranno, ma non lo vedo come un problema. E comunque noi siamo concentrati solo sulla partita del 24 marzo”. Cosa potrebbe accadere se lo scenario B, quello negativo, prevalesse su quello A? “Al primo pensate solo voi – ha ammiccato rivolto ai cronisti – io penso allo scenario A e speriamo che sia A. Dobbiamo essere positivi intanto perché stiamo parlando di calcio e non di altre cose e poi perché possiamo aggrapparci alle nostre basi che sono solide. Non avremmo dovuto essere a questo punto ma il calcio regala sempre sorprese e mai nulla di scontato. Io comunque so di avere un gruppo di giocatori bravi, veri professionisti che sono riusciti a costruire dal nulla una vittoria, quella dell’Europeo, a cui nessuno inizialmente credeva. Una vittoria ampiamente meritata che non ci assicura di andare al Mondiale ma ci trasmette grande fiducia : siamo una squadra che ha qualità importanti e sa tirarle fuori specie nei momenti in cui c’è da soffrire, come questo. Gli italiani s’appassionato alla Nazionale durante Mondiali e Europei, ma queste due gare devono portarci in Qatar, quindi penso che gli italiani siano fiduciosi e ci sosterranno”.

Queste le probabili formazioni di Italia-Macedonia:

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Florenzi, Acerbi, Bastoni, Emerson; Barella, Jorginho, Verratti; Insigne, Immobile, Berardi (all. Roberto Mancini).

MACEDONIA DEL NORD (4-5-1): Dimitrievski; Ristovski, Velkovski, Musliu, Alioski; Churlinov, Spirovski, Bardhi, Ademi, Ethemi; Trajkovski. (all. Blagoja Milevski).