Domenico Porpiglia, direttore di Gente d'Italia

Gentile Direttore
Mimmo Porpiglia
Gente d’Italia
Montevideo

Caro Direttore, Caro Amico

L’ex console generale a Zurigo Francesco Barbaro vorrebbe far pervenire, per il Tuo cortese tramite, i suoi affettuosi saluti a Stefano Casini, che Barbaro  ebbe il piacere di conoscere a Porto Alegre  quando egli era console generale d’Italia nel Rio Grande do Sul.
Dopo la sua partenza dal Brasile, Barbaro ricorda di aver intrattenuto con Casini una corrispondenza epistolare intorno a un ipotetico progetto di televisione italiana in America Latina, progetto che lo stesso Barbaro  ha poi portato all’attenzione dei  suoi superiori ministeriali, che l’accolsero però con cortese indifferenza.
Nel ringraziarti della Tua attenzione, e nell’assicurarTi della mia solidarietà, in un momento così difficile per le sorti di Gente d’Italia, mi è gradita l’occasione per rinnovare a Te e a tutti i valorosi collaboratori del giornale  l’espressione della mia perfetta stima.                                                                                                                                                        Gerardo Petta
Presidente del Comites di Zurigo