È scomparso un anno fa Padre Aldino Amato, l’1 maggio 2021, ma la sua storia non può essere dimenticata. Così ci ha pensato il nipote Nicola Amato a raccontare una vita (‘Le opere di Padre Aldino Amato’) che per sessant’anni ha visto il sacerdote originario di Molfetta missionario nel Pakistan.

Un lunghissimo lasso di tempo durante il quale il sacerdote si è prodigato, ogni giorno, per rendere migliori le condizioni di vita della popolazione: fondamentale è stato il suo contributo nella costruzione di scuole, chiese, istituti  per ragazzi non vedenti, una banca e il Rosary Christian Hospital nella città di Okara, nella cui cappella è sepolto.

Padre Aldino nel 2012 ha anche ricevuto il premio ‘Cuore Amico’, riconoscimento definito come il Nobel Missionario.