Il presidente Mattarella (foto Depositphotos)

“In occasione della festa nazionale (del 4 luglio, ndr) desidero porgere a Lei e a tutti i cittadini americani fervidi auguri a nome della Repubblica Italiana e mio personale”. Lo ha scritto, ieri, il Capo della Stato, Sergio Mattarella, in un messaggio indirizzato al presidente americano Joe Biden.

“I nostri Paesi – ha detto l’inquilino del Colle – sono indissolubilmente legati da un’amicizia antica e sincera, radicata in un patrimonio condiviso di ideali e alimentata dal contributo di una storica comunità di origine italiana negli Stati Uniti, oltre che da fecondi e costanti scambi sociali e culturali”. Questa “stessa profonda amicizia – ha proseguito Mattarella – costituisce il fondamento della nostra alleanza che, iscritta in una salda cornice transatlantica, ci vede impegnati nella promozione della sicurezza e della stabilità internazionale, nella tutela dei diritti umani e nella difesa di un ordine internazionale basato sulle regole”. Nelle “drammatiche circostanze attuali, segnate dalla pandemia e dalla guerra” in Ucraina – ha aggiunto il presidente della Repubblica – il “legame transatlantico ha riconfermato la sua ineludibile centralità, mostrando di essere la chiave per affrontare con efficacia le comuni sfide”. In tale contesto, “l’unità di intenti di fronte all’inaccettabile aggressione russa” va “costantemente rafforzata, a sostegno del condiviso impegno a favore della pace, della libertà e della democrazia”.

“Confido che Washington e Roma – ha sottolineato Mattarella -continueranno a rinsaldare il partenariato che anima i nostri sforzi congiunti, anche in tutti i consessi multilaterali e nel contesto dei rapporti tra gli Usa e l’Ue”. Potremo “così operare con sempre maggior efficacia a sostegno dell’affermazione dei comuni valori, oltre che di un percorso sostenibile e inclusivo di sviluppo economico e progresso sociale che, nell’attuale congiuntura, necessita di una particolare attenzione anche agli aspetti globali di sicurezza energetica e alimentare. Voglia accogliere, signor Presidente, i miei più cordiali rallegramenti per l’importante ricorrenza odierna, che estendo alla Sua gentile consorte e all’amico popolo americano” ha concluso.