Depositphotos

“Siamo lieti per la partenza della prima nave” da Odessa. Lo ha detto, ieri, il portavoce della Commissione Ue, Eric Mamer, nel briefing con la stampa, aggiungendo che il viaggio della nave Razoni rappresenta un “primo passo” e che “è necessario implementare l’accordo nella sua interezza”.

E soddisfazione, in tal senso, è stata espressa anche da Mosca, con il Cremlino che ritiene un fatto “molto positivo” la partenza da Odessa di una prima nave con cereale ucraino considerando tale episodio “una buona occasione per testare l’efficacia” degli accordi di Istanbul.

“In effetti la partenza della prima nave è molto positivo”, ha dichiarato il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, ripreso dall’agenzia Interfax, ai giornalisti.