foto depositphotos

Una ex insegnante andata in pensione nel 2004 e originaria di Balangero, provincia di Torino, sta cercando di dimostrare all’Inps di essere viva e vegeta. Per l’ente, la donna di 70 anni è morta e da luglio le è stata improvvisamente sospesa la pensione.

Per l’Inps la donna è passata a miglior vita lo scorso 15 giugno. Dopo la scoperta, la donna ha dovuto cercare documenti, presentarsi a commissioni. Tutte pratiche che al momento non le hanno permesso di riavere ancora la meritata pensione.

In realtà, a essere deceduta è un’omonima della signora, una donna che viveva in una località vicina. Secondo l’Inps la comunicazione errata è stata fatta dall’Asl To4 che avrebbe trasmesso i dati della persona sbagliata facendo così risultare defunta l’ex insegnante. La donna, una volta che riuscirà a dimostrare di essere viva, riceverà ovviamente le mensilità arretrate.