Buenos Aires (Depositphotos)

L’Istituto Italiano di Cultura di Buenos Aires ha organizzato un ciclo di cinque conferenze, dal titolo “Momenti letterari nel melodramma italiano”, che intende descrivere ed analizzare il rapporto fra letteratura e melodramma. Gli incontri, in lingua italiana – relatrice Nora Sforza – sono cominciati il 26 luglio e termineranno il prossimo 20 settembre 2022. Obiettivo degli incontri è quello di comprendere l’importanza del teatro lirico nel contesto storico-culturale europeo dei secoli XVIII a XXI, nonché, fra l’altro, analizzare le caratteristiche dell’appropriazione dei testi letterari da parte di traduttori, librettisti e musicisti come punto di partenza per la creazione di melodrammi. Significativo, poi, è anche il ruolo dell’impresario teatrale come principale attore sociale nel contesto della produzione melodrammatica. I primi due appuntamenti riguardano gli “Sguardi femminili”; il primo su “Le due Manon: Manon Lescaut fra Prévost, Massenet e Puccini”, il secondo, in programma il 9 agosto, su “Da Marie Duplessis a Violetta Válery. La Signora delle camelie fra Alexandre Dumas (figlio), Piave e Verdi”. Il 23 agosto, si parlerà di “Amori paterni: Il re si diverte; Rigoletto fra Victor Hugo, Romani e Verdi”, mentre tema dell’incontro del 6 settembre sarà “Fra Classicismo e Romanticismo, Norma o l’infanticidio fra Soumet, Romani e Bellini”. L’ultima conferenza del ciclo, il 20 settembre, affronterà il tema “Da Padova a Venezia: Angelo, tiranno di Padova; La Gioconda fra Hugo, Boito e Ponchielli”.