(foto depositphotos)

Lanciata la Soyuz con a bordo un astronauta americano, il primo dall'inizio della guerra in Ucraina. Il lancio è avvenuto dal cosmodromo di Baikonur, in Kazakhstan, a bordo c'è Francisco Rubio della Nasa, al suo primo volo, con il futuro comandante della Stazione Spaziale Internazionale (Iss) Sergey Prokopyev, che succederà a Samantha Cristoforetti, e l'ingegnere di bordo Dmitry Petelin, entrambi dell'agenzia spaziale russa Roscosmos. Rubio è il primo astronauta statunitense a partire con la navetta russa Soyuz dall'aprile 2021 e il suo volo segue l'accordo tra le due agenzie, siglato pochi mesi fa per garantire un accesso continuo alla Iss a entrambi i Paesi.

L'arrivo alla Stazione Spaziale è previsto alle 19.11 ora italiana e l'ingresso dei tre nella Stazione Spaziale dovrebbe avvenire intorno alle 21.00. L'arrivo dei tre astronauti della Soyuz aumenterà temporaneamente i membri dell'equipaggio della Iss a dieci persone, fino a quando l'attuale comandante della stazione, Oleg Artemyev, non lascerà la Iss il 29 settembre a bordo della navicella spaziale Soyuz MS-21 insieme a Denis Matveev e Sergey Korsakov. Subito prima della loro partenza, il comando sarà trasferito all'astronauta italiana dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa) Samantha Cristoforetti, fino al suo rientro a Terra previsto con una navetta Crew Dragon di SpaceX, con gli astronauti americani Kjell Lindgren, Bob Hines e Jessica Watkins.