Nei giorni scorsi, presso l'Académie de Police "Idris Farah Abaneh" della Polizia Nazionale gibutiana, nell'ambito delle attività addestrative svolte dai Carabinieri della Missione Addestrativa Italiana "MIADIT Somalia 17", il primo ministro somalo Hamza Abdi Barre, in Gibuti per vari incontri istituzionali, ha inteso salutare i frequentatori somali del corso "Darwish", unitamente al ministro dell'Interno gibutiano, Said Nouh Hassan, e al direttore generale della Polizia Nazionale di Gibuti, Col. Abdourahman Ali Kahin, insieme ad altre autorità governative. L'incontro, mai avvenuto durante le precedenti edizioni, è stata l'occasione per rendere edotta l'Autorità del livello e della qualità della formazione impartita da parte degli specialisti istruttori dei carabinieri. È stato proiettato un filmato riepilogativo di tutte le attività addestrative, al termine del quale – si legge nella nota diffusa dal Ministero della Difesa italiano – il Primo Ministro somalo ha espresso parole di gratitudine e ringraziamento nei confronti del Governo Italiano e del contingente dell'Arma dei Carabinieri che contribuisce ad elevare le capacità delle forze di polizia somale nei settori della sicurezza e del controllo del territorio per il contrasto al terrorismo. A seguire, il Col. Pier Vittorio Romano, comandante della missione MIADIT Somalia 17, ha preso la parola portando i saluti del Governo Italiano e del Comandante Generale dei Carabinieri Teo Luzi, sottolineando il massimo impegno dell'Arma dei Carabinieri per le attività di addestramento delle forze di polizia somale e gibutiane per favorire la stabilità e la sicurezza dell'intera regione del Corno d'Africa.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome