L'esibizione della Corale di Giuseppe Verdi di Botuverà, cittadina dello stato brasiliano di Santa Caterina, ha introdotto i lavori del 9° Convegno internazionale "Migrazioni e Mobilità. Ieri, oggi e domani" organizzato dal Centro di Ricerca e di Risorse in Didattica/Didattologia delle Lingue-Culture e delle Migrazioni-Mobilità, D.L.C.M., in collaborazione con il Circolo di Bruxelles dell'Ente Bergamaschi nel Mondo.

Nel piccolo comune di Botuverà, dei poco più di 5.000 abitanti circa 4.000 sono di origine bergamasca e ancora dopo più di 110 anni di emigrazione si parla tuttora prevalentemente in dialetto bergamasco. Ed è proprio al ruolo identitario del dialetto che è stata dedicata una sezione degli interventi di questa nona edizione del Convegno realizzata in videoconferenza da Bruxelles nella mattinata di sabato 19 novembre 2022 con relatori e partecipanti collegati da Bergamo, dalla Lombardia, da altre regioni d'Italia e dall'Europa.

La sintesi dell'attività dell'ottavo anno del Centro di Ricerca D.LC.M., è stata introdotta dalla direttrice Silvana Scandella. Attività contrassegnata da numerose iniziative tra conferenze, interventi didattici, pubblicazioni e ampliamento della rete di lavoro. L'intervento dell'europarlamentare Marco Zanni, socio del Circolo bergamasco di Bruxelles, ne ha consolidato la collaborazione anticipando il progetto di commemorare le vittime del disastro della diga del Gleno nel suo 100° anniversario nell'ambito delle iniziative di Bergamo-Brescia Capitale Italiana della Cultura 2023.

A dimostrazione della sincera stima e apprezzamento del lavoro svolto a favore della diffusione della lingua e della cultura italiana all'estero svolto dal Centro D.L.C.M e dai Bergamaschi di Bruxelles è stato poi l'intervento di Laura Garavini, senatrice nella Circoscrizione Estero Europa dal 2008 al 2022.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome