di ROBERTO ZANNI
Si tratta di una delle innumerevoli testimonianze della cultura italiana. È il Montecatini International Short Film Festival che si svolge annualmente nella città toscana, che da sempre accoglie l'arte, la musica e naturalmente il cinema che in questa parte dell'Italia ha origini antiche che risalgono addirittura agli albori della settima arte, nei primi anni del '900. Una storia che si è dilatata nel tempo e che ora, con il MISFF diventa ogni inizio novembre, una vetrina naturale di opere italiane e internazionali "accogliendo - come spiega l'organizzazione - gli autori con le migliori produzioni indipendenti di cortometraggi artistici, sperimentali, di finzione, documentari, di animazione, fino ai videoclip e le opere prime".
Un punto di riferimento internazionale che ora - dopo essere entrato a far parte della Commissione Internazionale di Cinetour, ente che raggruppa festival cinematografici da tutto il mondo per rafforzare il dialogo tra i Paesi e promuovere la condivisione e la cooperazione nel settore - annuncia  il lancio di una nuova iniziativa. Dopo aver organizzato proprie tournée nel mondo coinvolgendo festival gemellati e gli Istituti Italiani di Cultura, ecco che è pronta a partire un'altra avventura. Si chiama progetto MISFF IRS che aggiunge anche la Società Dante Alighieri per portare nel mondo il festival di Montecatini. L'obiettivo è ambizioso: ogni mese una città differente.
Un nuovo viaggio organizzato in partnership con Diamante TV e riservata ai film italiani, un modo per offrire una vetrina di prestigio non solo alle produzioni tricolori, ma anche a quelle pellicole girate in Italia o che presentano una coproduzione, presentati oppure distribuiti da un gruppo o anche un festival italiano. In questo modo si coinvolgono tutti gli aspetti del cinema che toccano il nostro Paese, una offerta sempre più ampia e prestigiosa. Ma dove arriverà il tour del Montecatini International Film Festival? Si tratta di un viaggio che non lascerà indietro nessuna parte del mondo. Infatti l'organizzazione ha annunciato che sono già previste tappe nel cuore nel cinema del mondo, Los Angeles e Hollywood naturalmente che non poteva mancare in questo viaggio.
Ma l'America, nel senso di Stati Uniti prima e continente poi, prevede anche New York per poi spostarsi un po' a nord, in Canada, a Toronto. Per quello che concerne invece il sud, ecco presenti il Venezuela, con Caracas, l'Argentina con Buenos Aires e il Brasile, con le due città più grandi, San Paolo e Rio de Janeiro. Metropoli, tutte dove è anche grande la presenza di discendenti di italiani di diverse generazioni, dalle più recenti a quelle radicate da maggior tempo. Ma l'aspetto davvero internazionale di questo viaggio del cine italiano è che, come detto, non dimentica nessuna parte del mondo. Così se è presente l'Europa da Lisbona a Parigi, ci sono anche Israele con Tel Aviv, poi ci si sposta in Africa, a Il Cairo in Egitto per poi avventurarsi anche in Oriente, in Corea del Sud a Seoul.
E se abbiamo nominato solo alcune delle tappe più importanti, già si attende un nuovo elenco di città da aggiungere, perchè la manifestazione diretta da Marcello Zeppi sta lavorando alacremente al fine di rendere questo viaggio attorno al mondo del cinema by Montecatini il più ampio, il più esteso e anche il più seguito per il cinema firmato made in Italy.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome