Scoperto un nuovo "bizzarro" stato della materia che nel suo "disordine" ha un proprio ordine. E' la prima volta che si osserva nella materia classica un comportamento che è invece tipico del regno dell'infinitamente piccolo, governato dalla fisica quantistica. Descritta su Nature Physics, la scoperta si deve a un gruppo di ricercatori guidati dall'italiano Cristiano Nisoli, dei Laboratori nazionali di Los Alamos in Nuovo Messico, e in futuro potrà essere molto utile per avere dei supercomputer.

LE PAROLE DEL RICERCATORE NISOLI
"In fisica si pensa che la materia sia organizzata o in uno stato ordinato, come quello dei cristalli, o dei liquidi e dei gas, o più disordinato, che rispondono a temperatura e pressione. Ma esistono, come abbiamo dimostrato, degli stati di materia che pur disordinati obbediscono ad alcune regole", spiega all'agenzia di stampa Ansa Nisoli.

RICERCATORI HANNO LAVORATO SU NANOMAGNETI
I ricercatori hanno lavorato su dei nanomagneti artificiali, chiamati ghiacci di spin, che cambiano direzione a seconda dei cambiamenti di temperatura. "Di solito se la temperatura si abbassa rapidamente, l'energia del sistema scende. In questo caso invece è rimasta intrappolata. Un comportamento questo - commenta Nisoli - che viola alcuni principi della termodinamica e che finora si è visto nei sistemi quantistici, non in quelli classici, che sono grossi e hanno più energia rispetto a quella dei sistemi quantistici". Dopo averlo creato artificialmente, i ricercatori vogliono ora vedere se anche in natura esiste un materiale del genere, perché potrebbe essere molto utile per la computazione e la memoria dei computer.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome