È un anniversario speciale quello che coinvolge la scuola elementare Italia di Salto che ha da poco festeggiato il suo centesimo anniversario con una grande festa. La scuola nacque nel 1919 all’interno di Salto Nuevo, un quartiere della città popolato in maggioranza da immigrati italiani che chiesero e ottennero il riconoscimento nel nome dell’istituto scolastico.

La scuola italiana di Salto

"Questa scuola è un grande orgoglio per tutta la zona" spiega a Gente d’Italia la direttrice Elba Chamorro che risalta la "crescita costante" di quella che era nata come una piccola "escuela rural" in una zona di campagna e si è poi trasformata in un punto di riferimento per tutta la zona: "Nei primi anni la scuola aveva solo un maestro per venti alunni. Oggi abbiamo 25 maestri oltre a 3 persone che lavorano nella direzione e 561 alunni. Siamo una delle poche istituzioni che è cresciuta costantemente in questo secolo di vita e per noi questo traguardo raggiunto rappresenta qualcosa di molto speciale. È davvero una grande soddisfazione poter guardare indietro e vedere tutto quello che si è potuto raggiungere".

Lo scorso primo marzo, in occasione dell’apertura dell’anno scolastico, è stata organizzata una grande festa alla quale hanno partecipato le diverse associazioni italiane attive sul territorio. "Chiaramente oggi i tempi sono cambiati" racconta la direttrice. "Non ci sono più alunni italiani come era in passato ma comunque vogliamo mantenere il contatto con l’Italia per omaggiare la nostra storia. Cerchiamo di fare tutto questo attraverso diverse iniziative, tra cui innanzitutto i corsi di lingua italiana per gli alunni del quinto e sesto anno".

I piccoli studenti della scuola di Salto

Oltre a ciò la direttrice sottolinea anche l’importanza delle videoconferenze che vengono periodicamente fatte e che, attraverso l’uso delle nuove tecnologie, "aiutano gli studenti a conoscere qualcosa in più dell’Italia parlando con persone qualificate". L’ultima videoconferenza realizzata faceva parte di un progetto sulla gastronomia italiana.

Il legame con il Bel paese però non finisce qui. Elba Chamorro ricorda inoltre le continue partecipazioni degli alunni alla Festa dell’Immigrato di Salto che celebra ogni anno nel mese di novembre la storia multiculturale del dipartimento. I bambini della scuola prendono parte all’evento nella sfilata inaugurale rappresentando l’Italia e portando in scena una tarantella.

MATTEO FORCINITI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome