Foto Depositphotos

Un maresciallo dei carabinieri è rimasto ucciso, nel Foggiano, durante una sparatoria avvenuta ad un posto di blocco nella piazza del paese. Il militare, Vincenzo Carlo Di Gennaro, 47enne, era arrivato in gravissime condizioni all'ospedale, dove è deceduto pochi minuti dopo.

I carabinieri hanno bloccato e arrestato un pregiudicato di 67 anni. Nella sparatoria è rimasto ferito anche un altro militare, di 23 anni. Le dinamiche descrivono l'intervento dei carabinieri nella zona dopo la segnalazione di una lite familiare. Il pregiudicato si sarebbe avvicinato all'auto di servizio sparando verso i militari che erano nell'abitacolo, uccidendo il maresciallo e ferendo il suo collega. L'uomo era stato sottoposto ad una perquisizione per droga.

CONTE: IL CORDOGLIO Un minuto di silenzio è stato chiesto dal premier Giuseppe Conte per la morte del maresciallo durante la cerimonia di inaugurazione dell'anno accademico del Politecnico di Bari. "E' un giorno triste - ha detto Conte - perché poco fa nel mio Gargano il maresciallo Di Gennaro è stato ferito in servizio ed è caduto, e un altro carabiniere che era con lui è rimasto ferito".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome