G8: Balducci e Anemone condannati, assolto Bertolaso

E' terminato con quattro condanne e una decina tra assoluzioni e prescrizioni il processo sugli appalti per il G8 (mai avvenuto) della Maddalena (poi trasferito a L'Aquila). In particolare, i giudici hanno condannato Angelo Balducci, ex provveditore alle opere pubbliche del Lazio nonché ex presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici, a sei anni e sei mesi di reclusione. Sei anni di pena sono stati stabiliti per l'imprenditore Diego Anemone.

ASSOLTO GUIDO BERTOLASO
Assoluzione, invece, per Guido Bertolaso, all'epoca capo della protezione civile. L'indagine sulla era partita a Firenze nel 2010, per essere poi inviata alla procura di Roma per competenza territoriale. Altre condanne, riguardano l'ex generale della Guardia di Finanza Francesco Pittorru (4 anni e mezzo), e l'ex provveditore alle opere pubbliche della Toscana Fabio De Santis.

TRA GLI ASSOLTI ANCHE RINALDI E FORLEO
Tra gli assolti l'ex commissario straordinario mondiali di Nuoto di Roma, Claudio Rinaldi e l'ex funzionaria della presidenza del Consiglio, Maria Pia Forleo. I giudici hanno, inoltre, disposto una provvisionale di 1 milione di euro che Diego Anemone e Balducci dovranno pagare al Ministero per l'Infrastrutture e 50 mila euro all'associazione Cittadinanzattiva. Inoltre Anemone e Pittorru dovranno risarcire per 250 mila euro la Presidenza del Consiglio. L'indagine sulla "cricca" era nata a Firenze nel 2010, poi fu trasferita a Perugia e infine inviata alla Procura di Roma per competenza.

"ASSOLTO PERCHE' IL FATTO NON SUSSISTE"
"Assolto. Assolto perché il fatto non sussiste, nonostante la richiesta di prescrizione. Questo vale come una doppia assoluzione. Grazie alla mia famiglia e a chi mi è stato vicino in questi otto anni. Sono innocente. Come ho sempre dichiarato. Ora lo hanno dichiarato anche i giudici". Così Bertolaso ha commentato la sua assoluzione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome