Nelle varie città dell’Argentina si stanno facendo i calcoli di quanti elettori italiani siano presenti: operazione non semplice, ma che diventa fondamentale vista l’enorme presenza di potenziali elettori nel Paese circa 800.000, ma potrebbero essere anche di più. E Mar del Plata rappresenta una delle concentrazioni più numerose.

Città molto tricolore, esiste anche uno splendido Centro Culturale Italiano oltre ovviamente a numerose organizzazioni che raggruppano i cittadini originari del nostro Paese, Mar del Plata in questa mappa dell’Argentina italiana rappresenta ovviamente una delle ‘capitali’.

Così una volta arrivati in vicinanza delle consultazioni elettorali, è inevitabile che inizi il
conteggio, anche qui non semplice, di chi potrà espletare il proprio diritto di voto. Dai calcoli che gli stessi candidati e i partiti in corsa, hanno effettuato, a Mar del Plata sono circa 50.000 gli italo-argentini e gli italiani residenti, di questi almeno 40.000 sono in condizioni di poter esprimere il proprio voto, numero quest’ultimo che rappresenta anche oltre il 6,5% di tutti gli abitanti della città costiera, percentuale che conferma da sola l’importanza di questa zona.

Se Mar del Plata è la seconda città più grande della Provincia di Buenos Aires, la mappa argentina, per quello che riguarda gli italiani è vasta e comprende ogni parte del Paese. Così gli appuntamenti dei candidati in questi giorni si susseguono cercando di poter incontrare il maggior numero di comunità italiane. Città grandi, come appunto il caso di
Mar del Plata, ma anche piccole, come ad esempio può essere Chivilcoy.

Situata sempre nella Provincia di Buenos Aires, ma non sul mare, bensì all’interno, anche Chivilcoy ha una importante comunità tricolore: secondo i calcoli più recenti, infatti sarebbero circa 3.000 gli aventi diritto al voto, quasi il 5% di tutti gli abitanti della città.

Sandra Echenique