Il termine era fissato per il 15 marzo, ma è stato spostato al 5 aprile. Si tratta della data limite per presentare l’offerta per la costruzione, in Guatemala, dell’autostrada Escuintla-Puerto Quetzal. La decisione è stata presa dal Consejo Nacional de Alianazas para el Desarollo de Infraestructura Economica (Conadie) per la licitazione internazionale
per la riabilitazione, amministrazione, gestione e manutenzione comprese le opere complementari della ‘Autopista Escuinta’.

L’allungamento dei termini si è venuto a creare in seguito alle richieste da parte delle società prequalificate che in questo modo potranno rafforzare le proposte tecniche. In lizza per l’aggiudicazione dei lavori ci sono cinque imprese internazionali, la Coconal S.A.P.I. de C.V. y Operadora de Autopistas S.A., gruppo del Messico quindi JJC Contratistas Generales S.A. che invece ha le proprie origini in Perù, poi ancora Mota-Engil LatinAmerica B.V.
dell’Olanda, il Consorcio Autopistas de Guatemala, società che ha anche una partecipazione messicana e infine Anas International Enterprise S.p.A. che rappresenta l’Italia.

Il progetto in questione fa riferimento a due autostrade che integrano la sezione che vada Escuintla fino a Puerto Quetzal e che è denominato ‘CA-9 surA’ e che si riferisce al tratto che va dal chilometro 60,9 al 102,1. Un progetto che vuole trasformare il tratto stradale esistente in autostrada. Con la nuova denominazione si vuole così offrire un maggiore comfort e sicurezza agli utenti di questo tratto che attualmente ha una circolazione di 10.000 veicoli leggeri, 3.000 pesanti e più di 1.200 autobus.

Anas International è stata costituita nel 2012 al fine di sviluppare anche all’estero quelli che sono i servizi integrati di ingegneria nel settore delle infrastrutture di trasporto che rappresentano il top del gruppo.

Sandra Echenique