Moncler

Moncler si prepara per il debutto nel Centro America. Il celebre brand italiano infatti nei prossimi mesi inaugurerà il proprio primo punto vendita in Messico, al centro commerciale Artz Pedregal, che si trova nella capitale Città del Messico. L’annuncio dell’apertura della nuova boutique è arrivato dopo che Paola Durante, direttore delle relazioni con gli investitori e la pianificazione strategica della società, ha confermato nei mesi scorsi che la firma specializzata in abbigliamento invernale sarebbe arrivata nel Paese come parte dei suoi piani di crescita per il 2018.

L’ingresso in questa parte strategica dell’America inoltre fa parte di un progetto di grande espansione che Moncler ha portato avanti in altri mercati internazionali negli ultimi sei mesi, tra questi da segnalare Mosca, Toronto e Stoccolma. Nel resto del continente Monclar ha già punti vendita in Brasile (a San Paolo), poi ancora tre in Canada (Toronto e Vancouver) e 17 negli Stati Uniti, suddivisi nelle principali città a cominciare da New York e Las Vegas.

Per quello che riguarda le offerte della collezione Moncler, si va dall’abbigliamento uomo a quello femminile fino ai bambini, con l’aggiunta degli accessori. Moncler è nato nel 1952 a Monestier-de-Clermont, di cui il nome dell’azienda è l’acronimo. Una località non lontana da Grenoble dove René Ramillon, un fabbricante di articoli da montagna, iniziò l’attività.

Oggi la sede principale è a Milano e il marchio, che all’inizio produceva sacchi a pelo, nel tempo si è trasformato in un brand di grande moda, soprattutto da quando Remo Ruffini (che poi successivamente nel 2015 è tornato ad esserne il primo azionista con il 32% delle quote) ne è diventato il presidente. I piumini, Moncler, l’articolo di punta, sono anche celebri per aver equipaggiato spedizioni storiche come quella del 1954 che conquistò il K2.