Alessio Figalli

Non accadeva da 44 anni che un italiano riuscisse ad aggiudicarsi la medaglia Fields, il maggiore riconoscimento mondiale per la matematica. Il ‘Nobel della matematica’ è andato al 34enne romano Alessio Figalli: dopo aver studiato alla Scuola Normale di Pisa, dal 2016 è docente al Politecnico di Zurigo.

Solo in un’altra circostanza, risalente appunto a 44 anni fa, un italiano aveva ricevuto il prestigioso premio, istituito nel 1936 e assegnato dall'Unione Matematica Internazionale ogni quattro anni a quattro matematici che non abbiano superato i 40 anni di età. L’annuncio è stato dato a Rio De Janeiro in occasione della cerimonia di apertura del ventottesimo International Congress of Mathematicians.

“Per me è una gioia grandissima, un grande debito di riconoscenza per l'Italia” ha commentato Figalli.  Ai microfoni di Repubblica ha aggiunto: "Io non sono andato via perché l'Italia non mi ha voluto. Mi sono ritrovato ad essere cittadino del mondo più per caso che per altro, quando gli altri Paesi mi hanno dato occasioni ben prima di quando ci si potesse immaginare”.