L'ambasciatore Annis

L’Ambasciatore d'Italia in Paraguay, Gabriele Phillip Annis, ha effettuato una visita di cortesia al Ministro della Salud Publica del Paraguay, dr. Julio Mazzoleni. L'incontro è stato l'occasione per avviare un dialogo profondo per quello che riguarda a diversi progetti di cooperazione, nell'ambito della salute pubblica, tra Italia e Paraguay. I progetti in discussione sono destinati a far crescere il livello del settore nel Paese sudamericano al fine di poter contribuire al miglioramento della salute pubblica. Annis, hanno riportato le fonti ufficiali del Governo paraguaiano, ha espresso la intenzione che l'incontro possa costituire l'inizio di una delle tante riunioni che si potranno mantenere con il ministro che tra l'altro, come si può facilmente intuire dal nome, ha chiare origini italiane.
"È stato - ha dichiarato poi il diplomatico italiano - il primo incontro che si è avuto con il nuovo Ministro della Sanità. Abbiamo parlato di quelle che sono le priorità nell'ambito sanitario. Vogliamo offrire il nostro contributo e aiuto assieme alla nostra esperienza nel campo della salute. Abbiamo tanto lavoro da fare e stiamo al tempo stesso guardando a tante aree dove è possibile collaborare".
Un rapporto stretto, come del resto da tempo esiste tra l'Italia e il Paraguay, in ogni settore, oggi in particolare in quello fondamentale della salute pubblica. E se in tempi anche recentissimi si sono avuti esempi di collaborazioni da parte di medici italiani che hanno svolto, gratuitamente, la loro opera in Paraguay, in quelle zone e in quei settori dove maggiormente c'era la necessità, adesso con questo incontro si può dire che tra i due Paesi possa iniziare
anche una nuova collaborazione. Infatti il diplomatico italiano ha voluto sottolineare come si metteranno a disposizione anche quelle industrie che producono equipaggiamenti ospedalieri e che sono italo-paraguaiane. Un altro modo la fine di rafforzare quelli che sono i centri assistenziali pubblici. In questa maniera è stato sottolineato ancora, ci sarà la opportunità di portare in Paraguay una maggiore attenzione a chi necessita dei servizi sanitari in tutto il Paese.