Non si placa la furia eruttiva dell’Etna. Anche nella serata della vigilia di Natale sono state registrate oltre 150 scosse telluriche, tra cui una particolarmente intensa e violenta, di magnitudo 4 della Scala Richter. 

L’epicentro della scossa, avvenuta alle 20.26, nel territorio del comune di Ragalna, in provincia di Catania. Problemi a causa dell’eruzione nei trasporti e nei collegamenti: chiuso per tutta la notte l’aeroporto di Fontanarossa, ora riaperto ma con la limitazione di quattro movimenti aerei all’ora.

Sospesa nella giornata del 24 la circolazione ferroviaria sulla linea Messina-Catania-Siracusa, che dovrebbe riaprire in giornata. Intanto i coltivatori lamentano problemi alle coltivazioni di agrumi a causa della cenere.