Oscar Generale è un nome importante nel mondo del cinema. Nato a San Giorgio Canavese in provincia di Torino, ormai da tempo ha la sua vita a Hollywood. Produttore cinematografico, amico di grandi stelle del spettacolo, dal 2005 ha trasportato i suoi interessi negli Stati Uniti. E adesso è salito alla ribalta per la sua passione per le opere d'arte, è un collezionista.

Infatti Generale sarebbe dietro alla offerta da 180 milioni di dollari per un dipinto diventato celebre in tutto il mondo: si tratta della 'Tavola Lucana' o anche 'Ritratto Lucano'. Il ritratto, meglio autoritratto di Leonardo da Vinci. Infatti l'opera, risalente al 1505-1510 è stata attribuita al grande genio italiano. E adesso secondo quanto riferito da diversi media, una squadra di avvocati starebbe lavorando a Roma, per concludere l'acquisizione. E dietro ai 180 milioni di dollari ci sarebbe appunto Oscar Generale.

La 'Tavola Lucana' raffigura un uomo con barba lunga e un cappello scuro. È stato scoperto nel 2008, dallo storico d'arte Nicola Barbatelli, direttore del Museo delle Antiche Genti di Lucania, trovato in una collezione privata a Salerno dove era riconosciuto come un ritratto di Galileo Galilei. L'opera è stata poi restaurata dal professor Giancarlo Napoli e dal suo staff. Il dipinto mostra il volto e il busto di Leonardo di tre quarti e avrebbe risolto, dopo secoli, la querelle sulle effettive fattezze di Leonardo da Vinci. Il dipinto, dopo la sua scoperta, ha fatto il giro di numerosissime mostre d'arte, riconosciuto dagli esperti come opera del Genio, anche se non c'è una totale unanimità.

Esistono ancora dubbi sulla sua autenticità anche se studi scientifici effettuati su quella opera, hanno portato alla individuazione del periodo storico in cui è stata dipinta, appunto quello di Leonardo. La curiosità, come affermato dal prof. Barbatelli, è che agli Uffizi si trova un falso ritratto di Leonardo, posteriore alla 'Tavola Lucana', probabilmente copiato dall'originale ritrovato in maniera quasi fortuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome