Potremmo denominarlo il Consolato di Merlo perchè, senza la gestione del Sottosegretario del MAE e Presidente del MAIE, il piccolo ufficio chiamato “Inform Italia” di Avda. Brasil, secondo grandilocuenti comunicati del Movimento “merliano”, non esisterebbe. Sono appunto questi comunicati del MAIE, per non dire MAE, che fanno grande pubblicità sul fatto che, lo scorso 16 agosto, sarebbe stato inaugurato il nuovo Consolato d’Italia di Montevideo. Aldilà del fatto che, dal 2014, l’Uruguay non ha più un Consolato d’Italia, non riusciamo a capire perchè si insiste tanto, da parte di un rappresentante del governo Conte e Conte bis, su una bugia così grande.

Sicuramente, per i nostri connazionali, l’apertura di un ufficietto con 3 funzionari strategicamente schierati in una superficie di 200mq, che ti danno informazioni ma non possono risolverti nessuna pratica, non è un male! Ma certamente, insistere sul fatto che a Montevideo sia stato aperto un Consolato d’Italia, è veramente ridicolo, per non dire patetico. Proprio ieri, un caro amico mi dice:”Stefano, che meraviglia, hanno riaperto il Consolato d’Italia a Montevideo con una nuova sede!!”. Cosa potevo rispondergli? Imbarazzante no?. Ma leggiamo alcuni articoli fatti pubblicare dal MAIE.

Agenpress – Si terrà il giorno 16 agosto l’inaugurazione del nuovo ufficio consolare a Montevideo: si tratta di uno spazio di 200 m2, che si aggiungono ai 15 m2 della stanza della attuale cancelleria Consolare dove vengono offerti i servizi ai connazionali dopo la chiusura del Consolato nel 2015. Inoltre all’inizio del 2020 cominceranno i lavori di costruzione del nuovo Consolato italiano a Montevideo: una struttura di ben 700 m2, più moderna e sicura, che sarà dotata di tecnologie d’avanguardia. “Da quando siamo alla Farnesina non facciamo altro che lavorare nell’interesse esclusivo degli italiani nel mondo e dell’Italia” sottolinea il Sottosegretario Merlo in una nota, “continuiamo a farlo anche ora, consapevoli come siamo che per i nostri italiani all’estero non esistono le ferie agostane, essi continuano a lavorare come durante tutto l’anno. E a loro vogliamo continuare a dare risposte”. “Anche a Montevideo, dunque, città in cui risiedono circa 150mila connazionali, oltre migliaia di oriundi, nuovi uffici e nuovo personale, per essere ancora più vicini ai nostri connazionali e alle loro necessità”. “Il lavoro per gli italiani nel mondo continua senza pause – conclude il presidente del MAIE – anche nel pieno dell’estate italiana. Sono veramente sodisfatto, ricordo ancora quando facevamo le manifestazioni davanti al Consolato chiuso… Altri tempi. Con il MAIE al governo la musica è cambiata. E anche sul Consolato di Montevideo possiamo dire: impegno mantenuto”.

L’articolo Uruguay, nuovo Ufficio consolare a Montevideo. Sottosegretario Merlo: “Impegno mantenuto” proviene da Agenpress Portal de Noticias QUORUM DIGITAL – La colectividad italiana en Uruguay tendrá Sede Consular en Montevideo Se obtuvieron los fondos y autorización oficial para construir la nueva Sede Consular; El trabajo de Maie da frutos constituye un logro histórico, El On. Mario Borghese resaltó «la labor realizada por el Consiglieri de los Italianos en el Exterior Aldo Lamorte en conjunto con la colectividad italo-uruguaya». «Uruguay es un socio estratégico para Italia. En Uruguay hay más de ciento veinte mil ciudadanos italianos, quienes sin duda son un recurso humano que se debe reforzar en beneficio de ambos países». La tarea del Sottosegretario di Afferi Estero, Senador Ricardo Merlo, hace hincapié en el mejoramiento de la red consular, aumento de los fondos para la difusión de la lengua y cultura italiana y potenciar los mecanismos de representación. Todas políticas a favor de los italianos en el exterior. Se está trabajando desde el Ministerio para mejorar la atención personalizada de los servicios. El Sottosegretario Merlo, anunció en la Casa de los Italianos en Montevido, «la aprobación por el gobierno italiano de la reapertura de la Sede Consular», cerrada por el gobierno anterior del Partido Democrático. El edificIo que se construirá para sede consular será de 650 m2 en dos niveles sobre la calle Cardona entre Luis de la Torre y Cavia, la construcción llevará aproximadamente un año. Gracias a todos los italo-uruguayos que confiaron en el MAIE para trabajar por la reapertura de la Sede Consular y mejorar la atención a los ciudadanos.

Questi comunicati pubblicati su fantomatici siti sconosciuti portano a confusione la comunità italiana dell’Uruguay, non soltanto perchè sono falsi quando parlano di “Consolato d’Italia”, ma, soprattutto perchè, in realtà, l’ufficio informazioni non può brindare nessun servizio reale per le pratiche di cittadinanza o di rinnovo passaporti. È una specie di sala d’aspetto allargata, perchè le 16 sedie che ancora esistono nella Cancelleria per 120.000 connazionali, sono assolutamente insufficienti.

Stefano Casini