Silvio Berlusconi (foto depositphotos)

Il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi è stato chiaro. Forza Italia è pronta a collaborare con il governo in questo momento di emergenza, smentendo poi voci di corridoio che parlano del partito azzurro in corsa per ruoli più importanti: “Sentiamo il dovere morale di mettere da parte le polemiche – le parole dell’ex premier -, ma noi siamo sempre stati all’opposizione di questo governo e tali rimarremo. La nostra responsabilità ci impone questo”. Però “accogliamo in pieno gli appelli all’unità del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, per questo siamo pronti a collaborare, ma senza alcuna confusione sul nostro ruolo”.

Berlusconi ieri è intervenuto telefonicamente durante una conferenza stampa di FI sul tema della prossima manovra: “Mettiamo a disposizione - ha specificato - il nostro pacchetto di proposte sulla manovra, la chiamiamo la nostra bussola per il Paese perché indica i problemi e le strade per risolverle”. E poi ancora: “Occorre che i provvedimenti siano utili ed efficaci, la sede dove assumere decisioni è il parlamento e lo strumento è la sessione di bilancio”.

Il cavaliere ha insomma fatto capire che si è perso già troppo tempo: “Siamo consapevoli che la situazione del Paese è sempre più grave purtroppo. Forse possiamo dire che non è mai stata così grave come dall'inizio della pandemia. "Al dramma sanitario si aggiunge il dramma del sistema produttivo, del commercio, delle professioni”. In pratica, si perderanno tanti posti di lavoro.