di SANDRA ECHENIQUE
Ribattezzato 'Mother Frances Xavier Cabrini Post Office Building'. È l'ufficio postale di Dyker Heights, quartiere residenziale di Brooklyn che si trova sulla 13th Avenue, un'area che dagli anni '40 ha visto passare tanti immigrati italiani. E l'inaugurazione ufficiale è prevista per l'inizio di quest'anno. Una decisione presa per ribadire quanto New York, gli americani venerino​ Francesca Saverio Cabrini, la prima cittadina statunitense a essere proclamata santa. Madre Cabrini però era italiana, nata a Sant'Angelo Lodigiano il 15 luglio 1850. Religiosa e missionaria, fondatrice, a Codogno, della congregazione delle Missionarie del Sacro Cuore di Gesù è la patrona degli emigranti. Doveva​ andare in Cina, ma Papa Leone XIII la inviò a evangelizzare le Americhe così nel 1889 arrivò negli Stati Uniti per prestare assistenza agli italiani che cominciavano, in massa, a emigrare negli USA, in condizioni spesso drammatiche. E proprio da New York partì la sua opera: con altre sette religiose cominciò subito ad aiutare chi aveva maggior bisogno, gli immigrati italiani di Lower Manhattan. E durante la sua vita dedicata agli altri, alla Chiesa, ai poveri a chi aveva le maggiori necessità Madre Cabrini ha fondato 67 tra scuole, orfanotrofi e ospedali. "Crediamo che Madre Cabrini incarni il servizio postale in tanti modi - ha voluto spiegare Amy Gibbs, addetto alle comunicazioni della USPS, United States Postal Service -​ ha servito la gente, tutta alla stessa maniera. Non faceva discriminazioni, era piena di risorse e orgogliosa, proprio come lo è oggi la nostra organizzazione". Dedicare un edificio​ pubblico a una santa americana, a una religiosa che ha dedicato tutta la propria vita agli altri a New York è stata una maniera per provare a riparare a quanto aveva invece fatto l'amministrazione comunale guidata dal sindaco, italo-americano come si definisce, Bill de Blasio. Infatti, tempo addietro, si va al 2018, il She Built NYC, organizzazione creata appositamente per le donne, guidata dalla First Lady, la moglie di De Blasio Chirlane McCray, aveva lanciato una campagna per onorare le donne che 'avevano contribuito a costruire New York'. Ed erigere dei monumenti a loro dedicati era l'obiettivo dopo che una ricerca aveva evidenziato che solo 5 delle 150 statue che rappresentano personaggi storici della città, erano al femminile. Poi un referendum con 2.000 preferenze, in cima alle quali c'era proprio Madre Cabrini: aveva ricevuto più voti, era la più popolare e apprezzata. Ma con una decisione assurda (per capire meglio: l'amministrazione di New York è completamente​ leftist) del comitato guidato dalla First Lady, Madre Cabrini era stata esclusa, non faceva parte delle quattro donne che sarebbero state onorate con un monumento. Successivamente, per cercare di cancellare il grande sgarbo alla santa, a tutti coloro che la venerano, alla chiesa e alle istituzioni che ancora oggi continuano l'opera di Madre Cabrini, il governatore Andrew Cuomo e la Diocesi di Brooklyn hanno annunciato che avrebbero eretto una statua dedicata alla santa italo-americana. "Dalla cura dei poveri all'aiuto delle famiglie degli immigrati, Madre Cabrini ha esemplificato i valori che fanno di New York la città più grande del mondo - ha sottolineato Max Rose, congressman che si è candidato​ sindaco alle elezioni del 2021 - l'ufficio postale di Dyker Heights in suo onore è un altro modo per garantire che la sua eredità e la sua memoria vivano per sempre. Orgoglioso di aver lavorato con i miei colleghi di New York per realizzare questo progetto". E dove adesso c'è l'ufficio postale 'Madre Cabrini', una volta era una delle zone al centro dell'emigrazione italiana. "Rinominare un edificio, dedicare una statua - le parole di John L. Heyer II associato pastorale del Sacred Hearts & St. Stephen Parish - è una maniera​ affinchè la gente si chieda perchè. In quel perchè​ c'è la vera ragione per cui si fa, affinchè​ le persone imparino come una donna, sola, era anche lei immigrata e non conosceva la lingua, sia diventata cittadina, abbia aiutato gli altri su quel percorso, sostenendo poveri e malati". Negli States gli uffici postali vengono rinominati per persone​ di livello nazionale, eroi della propria città e per coloro che hanno avuto un impatto sulla comunità locale. Dal 1986, sono state 85 strutture nello stato di New York, 25 delle quali situate nella Big Apple. "Ora Madre Cabrini, una eroina per gli immigrati - ha concluso John L. Heyer II - si unisce a coloro che hanno avuto un così grande impatto nei grandi libri di storia".​

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome