Depositphotos

Nel periodo che va dal 27 gennaio al 9 febbraio l'Rt (l'indice di contagio) in Italia è stato di 0,99: in crescita rispetto a quanto fatto segnafre la settimana precedente. Anche l'incidenza dei casi è aumentata toccando quota 135,46 per 100.000 abitanti (nel periodo 8-14 febbraio) contro il valore di 133,13 per 100.000 registrato nella prima settimana del mese.

I DATI DELL'ISS
Numeri "lontani dai livelli (che l'Iss indica intorno ai 50 per 100.000) che permetterebbero il completo ripristino dell'identificazione dei casi e del tracciamento dei contatti", ha annunciato l'Istituto superiore di Sanità.

ATTENZIONE ALLE VARIANTI
"Sono ormai poche le regioni a rischio basso, l'Rt medio sfiora 1. Tutto ciò ci mostra come lo scenario scivola verso un peggioramento. Ciò richiede grande attenzione, soprattutto per la circolazione di varianti", ha commentato il presidente dell'Iss, Silvio Brusaferro. Nel monitoraggio Iss-Salute "si raccomanda il rafforzamento delle misure su tutto il territorio nazionale" e si invita la popolazione a "rimanere a casa il più possibile".

MOLISE, EMILIA E CAMPANIA ARANCIONI
Questi dati - preoccupanti - emersi dal consueto monitoraggio settimanale dell'Iss, preso atto della risalita della curva dell'epidemia, hanno spinto il ministro della Salute Roberto Speranza a firmare una nuova ordinanza che sancisce per tre Regioni, a partire da domenica, il livello d'allerta intermedio (arancione). Si tratta di Molise, Campania ed Emilia Romagna (finora erano gialle).

UMBRIA E BOLZANO ROSSE
La Provincia Autonoma di Bolzano e l'Umbria passano invece al rosso (per disposizione delle rispettive autorità locali). Restano in giallo Piemonte, Lazio e Lombardia.

VALLE D'AOSTA QUASI "BIANCA"
Unica regione "virtuosa" potrebbe rivelarsi la Valle d'Aosta, per la quale - tuttavia - sembra essere sfumata la zona bianca. Arancione ma con zone rosse isolate, invece, il destino dell'Abruzzo, che vede chiuse le province di Pescara e Chieti.

MARSILIO POLEMICO
Il governatore Marco Marsilio si è mostrato scettico nella classificazione dell'Iss: "l'Rt è sceso da 1.22 a 1.17, per questo ci attendiamo che dalla cabina di regia arrivi la conferma della zona arancione" ha affermato.