Immagine tratta dal sito ufficiale del governo italiano

Dolore e commozione al rientro delle salme dell'ambasciatore Luca Attanasio e del carabiniere Vittorio Iacovacci. L'aereo di Stato che le ha trasportate in Italia dal Congo è atterrato all'aeroporto militare di Ciampino nella tarda serata di ieri.

Ad attenderle il premier Mario Draghi, in compagnia dei ministri degli Esteri Luigi Di Maio e della Difesa Lorenzo Guerini. Assente per una leggera indisposizione il presidente Sergio Mattarella.

A bordo dell'aereo anche la moglie dell'ambasciatore con le tre figlie e alcuni congiunti del carabinieri. Attanasio e Iacovacci sono stati trucidati nel corso di un attacco armato, in circostanze ancora da chiarire.

Oggi dovrebbero essere svolte le autopsie, domani mattina sono invece previsti i funerali di Stato a Roma, nella chiesa di Santa Maria degli Angeli. Successivamente le salme saranno trasferite nei comuni di residenza, a Limbiate in Lombardia per Attanasio e a Sonnino, nel Lazio, per Iacovacci. 

In una informativa urgente alla Camera, Di Maio ha spiegato che "l'Italia onorerà l'ambasciatore Luca Attanasio e il carabiniere Vittorio Iacovacci con funerali di Stato" e ha annunciato che "abbiamo chiesto a Onu e Pam l'apertura di un'inchiesta".