Il logo del massimo campionato di calcio di serie A.

Ultimo sforzo prima della sosta che ci porterà al rush finale del campionato. Dopo la tre giorni dedicata a Champions ed Europa League, la ventottesima giornata (che si é aperta ieri con la sfida tra Parma e Genoa) offre oggi due partite e un successivo piatto ricco domenicale, con Atalanta, Milan e Juve in campo e il posticipo in salsa Champions tra Roma e Napoli. Inter-Sassuolo invece non si giocherà. In seguito alle positività di alcuni giocatori nerazzurri come Handanovic, D'Ambrosio, De Vrij e Vecino, è arrivato il divieto da parte dell'Ats di Milano di far disputare la sfida di San Siro.

CROTONE-BOLOGNA oggi, ore 15

Crotone: Luperto non è al meglio, in difesa pronto Djidji accanto a Magallan e Golemic. In mezzo il recuperato Benali verso una maglia da titolare, con lui Petriccione e Messias a supportare la coppia d’attacco Simy-Ounas. Molina e Reca sulle fasce.

Bologna: il dubbio principale è a centrocampo, con Schouten che dovrebbe accomodarsi in panchina a vantaggio di Dominguez e Svanberg. A destra Skov Olsen costringerà ancora Orsolini a restare fuori. Insieme a lui Soriano e Barrow alle spalle del confermato Palacio.

SPEZIA-CAGLIARI oggi, ore 18

Spezia: Estevez positivo al Covid, Leo Sena si prende una maglia accanto a Ricci e Maggiore. In avanti Nzola preoccupa Italiano per un affaticamento: potrebbe farcela al massimo per la panchina, lo sostituirà Piccoli. In difesa Ismajli e Marchizza favoriti su Chabot e Bastoni.

Cagliari: torna Lykogiannis dalla squalifica e si riprende il posto sulla sinistra, con Nandez che si sposta a destra e Zappa che scivola in panchina. In avanti duello serratissimo per affiancare Joao Pedro, con Pavoletti in vantaggio su Simeone.

VERONA-ATALANTA domenica, ore 12.30

Verona: corsa a tre per due posti sulle fasce tra Faraoni, Lazovic e Dimarco, con quest’ultimo che dovrebbe partire dalla panchina e Magnani, Gunter e Ceccherini a comporre il trio difensivo. Non cambia l’assetto offensivo Juric, con Barak e Zaccagni a sostegno di Lasagna.

Atalanta: Gosens ne avrà per 15-20 giorni, per lui niente Verona. Buone notizie invece per Toloi, che recupera e fa scivolare Palomino in panchina. Davanti solita ampia scelta per Gasperini, che potrebbe optare per Zapata e Muriel insieme dal 1’.

JUVENTUS-BENEVENTO domenica, ore 15

Juventus: squalificato Cuadrado e arruolabile al massimo per la panchina Alex Sandro, a sinistra agirà Bernardeschi. Per Dybala, Ramsey, Demiral e Bentancur se ne riparla dopo la sosta, mentre Buffon dovrebbe recuperare e potrebbe anche giocare dal 1'. Come a Cagliari, Kulusevski giocherà insieme a Ronaldo e Morata.

Benevento: due assenze pesanti per Inzaghi, che non avrà gli squalificati Glik e Schiattarella. Al loro posto dentro Caldirola e uno tra Tello e Insigne, con conseguente eventuale avanzamento di Viola. In attacco potrebbe partire la coppia Gaich-Lapadula, con Caprari inizialmente in panchina.

SAMPDORIA-TORINO domenica, ore 15

Sampdoria: Ranieri, che non avrà lo squalificato Ramirez, pensa al rilancio di Keita in coppia con Quagliarella. Pronti al rientro Colley in difesa e Silva in mezzo al campo. Candreva e Jankto in vantaggio su Damsgaard.

Torino: la grande prova di Zaza fa entrare l’ex attaccante di Sassuolo e Juve in ballottaggio con Sanabria per una maglia in attacco, ma l'ex Genoa resta comunque favorito. A destra è tornato disponibile Singo dopo il Covid, ma potrebbe iniziare ancora Vojvoda.

UDINESE-LAZIO domenica, ore 15

Udinese: Gotti potrebbe confermare lo schema di Marassi col Genoa, con la sola punta Llorente sostenuta da Pereyra e De Paul. Molina in vantaggio su Zeegelaar, indisponibili Samir, Ouwejan e Deulofeu oltre a Pussetto e Jajalo.

Lazio: dopo l’eliminazione in col Bayern, Inzaghi cercherà di qualificarsi anche per la prossima Champions. Caicedo dovrebbe essere il partner d’attacco di Immobile, mentre in difesa sarà Marusic a giocare con Acerbi e Radu, con Lazzari e Lulic sulle fasce.

FIORENTINA-MILAN domenica, ore 18

Fiorentina: Castrovilli e Amrabat stanno bene e si candidano dal 1’, ma per Prandelli non sarà facile togliere Bonaventura. Problemi fisici per Biraghi, a sinistra potrebbe essere confermato Venuti. Difesa e attacco non si toccano.

Milan: dopo l'eliminazione col Manchester United, Pioli deve fare i conti anche con le pessime notizie arrivate dall'infermeria. Romagnoli e Leao sono alle prese con lesioni muscolari, problemi all'anca per Rebic e operazione al menisco per Calabria. Nessuno di loro sarà disponibile per Firenze, dove Ibra dovrebbe giocare dal 1’ sostenuto da Saelemaekers, Calhanoglu e Krunic.

ROMA-NAPOLI domenica, ore 20.45

Roma: dopo il passaggio del turno in Europa League, Fonseca si rituffa sul campionato. Domenica sempre out Veretout e Mkhitaryan, ma c'è un'ottima notizia con il recupero di Smalling, che completerà la difesa con Mancini e Ibanez. Pellegrini avanza sulla trequarti insieme a El Shaarawy, favorito su Pedro. In mezzo la coppia Villar-Cristante.

Napoli: Fermo Lobotka per una tonsillite, Gattuso ha recuperato appieno sia Manolas, sia Lozano. In difesa situazione bloccata sui terzini visto che Ghoulam ha chiuso la stagione e Di Lorenzo è squalificato. Giocano Hysaj e Mario Rui. In attacco solita staffetta Osimhen-Mertens.