Torino diventa capitale mondiale del tennis: dopo le Atp Finals la città della Mole conquista anche la Coppa Davis (foto depositphotos)

Grande notizia per lo sport italiano: dopo le Atp finals, la città di Torino è stato scelta come una delle sedi che ospiterà i match della Davis Cup by Rakuten Finals 2021 in calendario dal prossimo 25 novembre fino al 5 dicembre 2021. Lo hanno annunciato oggi la Federazione internazionale tennis (ITF) e Kosmos Tennis.

SCELTA CON MADRID E INNSBRUCK
Il capoluogo piemontese è stato scelto con Innsbruck (Austria) e Madrid (Spagna). Ognuna delle tre città ospiterà, infatti, i match di due dei sei gironi da tre squadre che si contenderanno la celebre insalatiera, con la capitale spagnola che ospiterà la finale (oltre a due quarti di finale ed alle semifinali), mentre a Innsbruck ed a Torino toccherà anche un quarto a testa.

LE PARTITE SI GIOCHERANNO AL PALA ALPITOUR
I due gironi che si disputeranno a Torino - le partite si giocheranno tutte al Pala Alpitour - sono il gruppo E, quello in cui è stata inserita anche l'Italia (insieme con Usa e Colombia), e il gruppo D, dove sono state inserite Croazia, Austria e Ungheria. I vincitori dei due raggruppamenti si sfideranno nei quarti di finale sempre all'ombra della Mole.

TORINO CAPITALE DELLO SPORT
"Anche la Coppa Davis sarà a Torino! Esatto, dopo le Nitto ATP Finals, che ospiteremo per 5 anni, Torino ha conquistato anche le prestigiose fasi finali della Coppa Davis. In un importante momento di ripartenza, la nostra città continuerà ad essere capitale dello sport e palcoscenico internazionale. Con fondamentali ricadute per tutto il territorio, economiche e di immagine" ha detto la sindaca Chiara Appendino su Facebook.

"

BINAGHI (FIT): "AVREMO OCCHI DEL MONDO ADDOSSO"
"Prima le Next Gen ATP Finals a Milano, poi le Nitto ATP Finals e la Coppa Davis a Torino: un trittico di super eventi grazie al quale per un mese intero avremo addosso gli occhi di tutto il mondo. Credo di poter affermare che mai, prima d'ora, un Paese abbia occupato un posto così rilevante nel calendario del Grande Tennis come quello che ricoprirà l'Italia a novembre" ha commentato il presidente della Federtennis, Angelo Binaghi.