(foto depositphotos)

Omofobia: calendarizzato il Ddl Zan. Il testo approda in commissione Giustizia in Senato, dove sarà discusso entro il mese di maggio e il relatore sarà il presidente stesso della commissione, Andrea Ostellari (Lega). Proprio la scelta dell’esponente del Carroccio ha suscitato qualche malumore nella maggioranza.

“Dispiace che il presidente Ostellari abbia ritenuto di assumere il ruolo di relatore. In queste settimane ha dimostrato, purtroppo, di non avere a cuore l’imparzialità del suo ruolo” ha commentato la senatrice del Pd Monica Cirinnà.

Ostellari che si autonomina relatore è l’ennesima forzatura di chi vuole affossare una legge voluta dalla maggioranza del Senato” ha scritto, su Twitter, il deputato del Pd, Alessandro Zan, primo firmatario della proposta di legge.

“Da Boldrini e Zan arroganza e ignoranza sul relatore” ha sbottato Fi, Lucio Malan, difendendo l’esponente della Lega. Intanto sul ddl è intervenuta anche la Conferenza dei vescovi italiani (Cei), con un appello: “Troppi dubbi, bisogna ascoltare anche la voce dei cattolici”.