(depositphotos).

E' di 50 vittime il bilancio, in continuo aggiornamento, dell'attentato avvenuto questa mattina a Kabul, in Afghanistan. Nel distretto Dasht-e-Barchi, davanti ad una scuola femminile, a causare l'esplosione sarebbe stata un'autobomba fatta detonare proprio mentre le ragazze uscivano dall'edificio, seguita dal lancio di due razzi.

Le scolare, impaurite per la deflagrazione, sono fuggite dall'edificio in preda al panico rimanendo però uccise dalle successive esplosioni. Sdegno, per il vile gesto, e cordoglio per le vittime e i feriti dell'attentato, sono stati espressi dalla missione Ue in Afghanistan e dalla Missione di assistenza delle Nazioni Unite nel Paese. Dura la condanna degli Usa. Il ministero dell'Interno afghano ha annunciato di aver aperto un'inchiesta per terrorismo.