Depositphotos

Nel corso dell’incontro con la Stampa parlamentare, ieri il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ribadito l’importanza del mondo dell’informazione e “della carta stampata in particolare che ha subito anch’esso le conseguenze della pandemia. Un ripensamento di modello non può prescindere dalla riaffermazione dei fondamentali diritti di libertà che sono il perno della nostra Costituzione e dell'Ue”.

Da sempre al fianco della stampa, il capo dello Stato ha preso a prestito le parole della risoluzione che il Parlamento Europeo ha dedicato alla relazione della Commissione sullo Stato di diritto, “in cui viene definita centrale la protezione della libertà e del pluralismo dei media e la sicurezza dei giornalisti”.

E poi ancora: “Va assicurata la massima attenzione alla proposta annunciata dalla Commissione Europea di un provvedimento normativo per la libertà dei mezzi di espressione, così come l'annuncio della presentazione, il prossimo autunno, di una Direttiva per la protezione dei giornalisti contro le azioni ‘bavaglio’ dirette a far tacere, o a scoraggiare, le voci dei media”.