Guadalajara, quasi un milione e mezzo di abitanti, è la seconda città per importanza del Messico. Capitale dello stato di Jalisco, un centro commerciale ed economico che si basa su servizi e industria, in particolare tecnologia dell’informazione. Un punto di riferimento per tutto il Messico e in quella regione si è moltiplicata la presenza di aziende internazionali. Un enorme mercato che a Guadalajara ha uno dei suoi punti di massimo livello ed è proprio qui che il gruppo BolognaFiere, tra i principali player fieristici internazionali con un portafoglio di oltre 80 manifestazioni in Italia all’estero, ha deciso di espandersi.

È stata infatti annunciata la creazione e apertura di una nuova società con sede a Guadalajara. Si tratta di Giplanet Mexico che appena avviata ha già contrattualizzato numerosi accordi per l’avvio della fase operativa fin dal prossimo settembre con l’esordio ufficiale un mese dopo, in ottobre, con l’allestimento di Industrial Transformation Mexico, un evento di grande rilevanza dedicato all’industria digitale che si terrà in un’altra grande città messicana, Leon nello stato di Guanajuato. La manifestazione sarà seguita da altri tre appuntamenti in altrettante sedi: il Salone degli Sposi a Monterey, il Salone dell’Artigianato a Guadalajara e infine Latinzoo a Città del Messico, una fiera dedicata al mercato latino-americano della pet industry. Tutti eventi di rilevanza internazionale dal momento che il Messico rappresenta quella che è definita una ‘corsia preferenziale’ per il mercato nordamericano. L’ingresso di BolognaFiere in Messico è stato spinto, come sottolineato nella nota del gruppo emiliano “per la stabilità dell’economia e il buon andamento dei consumi interni sostenuti da una popolazione giovane e con un costante ampliamento delle fasce di reddito alte e medie che mostrano una significativa propensione al consumo”. Tutti elementi che rendono il Messico mercato allettante per le imprese italiane (e la presenza tricolore sul territorio è sempre più elevata), ma con questo nuovo investimento del made in Italy si aprono ulteriori grandi opportunità. Nel 2020 l’export italiano ha oltrepassato in Messico quota 3.120 milioni di euro, sparsi nelle diverse filiere e ora questa nuova presenza rappresenta una grande opportunità per tutte quelle aziende italiane, piccole, medie e grandi, che vorranno aprire un dialogo commerciale verso nuovi mercati che hanno un elevato indice di espansione.

Come si muoverà Giplanet Messico? Opererà innanzitutto su due binari, dall’allestimento di spazi espositivi alla organizzazione di eventi fieristici. In particolare, per questo secondo aspetto, oltre alle manifestazioni programmate per quest’anno sono sul trampolino di lancio eventi che dovrebbero essere inaugurati nel 2023 e che puntano in particolare al mondo della cosmesi e bellezza (e BolognaFiere rappresenta il top con Cosmoprof) e a quello sempre in grande crescita dei prodotti che riguardano gli animali domestici. Inoltre Giplanet lavorerà nello scouting e incremento dell’incoming di operatori non solo del Messico, ma più in generale di tutta la regione latino-americana.

di SANDRA ECHENIQUE