L’Italia conquista il primo posto di una classifica particolare, tra quelle di cui non ci si può proprio vantare.

Nel 2021 il nostro territorio è, infatti, al primo posto per il paese europeo più colpito dagli incendi, in questi soli 7 mesi dell’anno.

È stato calcolato che dal primo gennaio al 14 agosto, in Italia, sono stati bruciati 120.166 ettari, una porzione di territorio grande quasi quanto la città di Roma. In tutto, sono divampati 472 incendi di grandi proporzioni, ovvero quelli dove sono stati bruciati almeno 30 ettari.

Al secondo posto di questa triste classifica, la Grecia con 116.365 ettari di territori andati in fumo.

I dati sono stati forniti dall’European Forest Fire Information System (Effis) della Commissione europea.