(foto depositphotos)

I vaccini funzionano e il report aggiornato dell'Iss lo conferma, anche per quel che riguarda il contagio. Le persone che hanno completato il ciclo vaccinale contro il Covid-19 hanno, rispetto a quelle non vaccinate, il 77% di rischio in meno di essere contagiati, il 93% in meno di finire in ospedale e -96% di essere ricoverati in terapia intensiva o di morte. È quanto si legge nel report integrale dell'Istituto superiore di sanità sull'andamento dell'epidemia in Italia.

Analizzando l'andamento dei casi diagnosticati fra gli operatori sanitari, fa sapere l'Iss, si osserva un lieve aumento dei casi ad inizio luglio in corrispondenza dell'aumento del numero dei casi nella restante popolazione. La percentuale di casi diagnosticati fra sanitari rispetto al resto della popolazione risulta essere in leggero aumento, ma stabilmente sotto lo 0.02% da inizio febbraio 2021.

Nelle ultime due settimane (30 agosto-12 settembre) sono stati diagnosticati e segnalati 17.312 nuovi casi (contro i 22.843 delle 2 settimane precedenti) nella popolazione 0-19 anni, di cui poco più del 50% resta sempre tra gli under 12, sebbene il dato non sia consolidato. Mentre si è osservata "una forte diminuzione dell'incidenza 12-19 anni e un rallentamento della crescita dell'incidenza negli over 20 a partire da inizio agosto".