Matteo Renzi (foto depositphotos)

Ferma condanna per le parole offensive e le intimidazioni (con vere e proprie “minacce di morte”) indirizzate nei confronti del leader di Iv Matteo Renzi durante il comizio elettorale organizzato dai sostenitori di Giuseppe Conte a Montevarchi e presa di distanza dal comportamento assunto da quanti, partecipanti a quell'evento pubblico, pur avendo udito, non si dissociarono rispetto a quanto stava accadendo.

È quanto ha espresso una mozione presentata dai componenti del gruppo di Italia viva del Consiglio regionale della Toscana. Solidarietà, all'ex premier e a tutti coloro che sono stati minacciati negli ultimi tempi, è stata espressa anche da Marco Stella (Forza Italia) e Cristina Giachi (Pd).

Fuori dal coro Irene Galletti (M5S) secondo la quale "è fondamentale condannare ogni gesto di violenza. Però non ricordo che simile solidarietà sia stata data tutte le volte che è stata offesa Virginia Raggi o altri” ed Elisa Montemagni (Lega) la quale ha ricordato che "due nostri rappresentanti toscani nell'ultimo mese sono stati minacciati, ma non se ne è parlato".