Matteo Renzi (foto Depositphotos)

Italia viva, il progetto politico di Matteo Renzi nato nel settembre del 2019 dopo l’uscita dell’ex Presidente del Consiglio dal Partito Democratico di cui è stato anche Segretario, si smarca definitivamente da possibili alleanze in vista delle prossime tornate elettorali. Una nota resa pubblica da alcuni fonti interne del partito, spiega infatti che Italia Viva è al momento alternativo alle altre forze politiche in campo. “Il progetto di Italia viva è stato spiegato con molta chiarezza da Matteo Renzi alla Leopolda: essere alternativi allo stesso modo ai sovranisti, Salvini e Meloni, e ai populisti, Conte e Taverna”. Da un lato, quindi, si rimarca l’ormai chiara e netta distanza dal Movimento Cinque Stelle, tenendo insieme sia il nuovo corso guidato da Conte che i militanti della prima ora come la Taverna; dall’altro lato Renzi si smarca così anche dal centro destra, eliminando tutte quelle voci che considerano ormai vicino il suo partito a quell’area politica, soprattutto tenendo conto delle ultime votazioni in parlamento, come quella del DDL Zan. “Dialoghiamo con tutti partendo da questa constatazione: se nell'alleanza elettorale ci saranno Meloni o Conte, semplicemente, non ci sarà Italia viva”.