L’ultimo club italiano passato nelle mani di una proprietà degli Stati Uniti è stato il Genoa. Ma si è trattato solo della conferma di un trend che ha visto gli investitori a stelle e strisce innamorati del calcio tricolore. Tutto è cominciato nel 2011 con la Roma, poi dalla serie A si è passati anche alla B, quindi alla C e alla D. E se attualmente i club di proprietà americana in serie A, oltre alla Roma e al Genoa, sono Bologna (Canada), Fiorentina, Milan, Spezia, Venezia, in B Ascoli, Parma, Pisa, Spal e in C Campobasso, adesso c’è anche il Cesena che pare pronto ad aggiungersi. Infatti dalla Romagna si parla con insistenza di un gruppo guidato da un avvocato di New York, Robert Lewis, che sarebbe pronto a rilevare la società, almeno al 60%. Il Cesena ha una gloriosa storia alle spalle: tanta serie A, tanti giocatori importanti che hanno vestito la maglia bianconera, presidenti che hanno fatto storia da Dino Manuzzi a Edmeo Lugaresi, ma anche, nel 2018, il fallimento dal quale è nata la nuova società: Cesena FC.